La radiofrequenza: un valido alleato per la lotta alla cellulite

Pelle a buccia d’arancia? In vista della prova costume, ti presentiamo un ottimo rimedio per combatterla: la radiofrequenza, una tecnologia usata in estetica e medicina estetica per ridurre gli inestetismi della cellulite e le lassità cutanee

Mettiamoci il cuore in pace: la cellulite è donna. Secondo le stime, circa il 90 % delle donne ne soffre. Esiste però un valido alleato che permette di curarla: la radiofrequenza, un trattamento non invasivo che sfrutta le onde elettromagnetiche per la produzione di nuovo collagene creando così sui tessuti un effetto tensore che dura nel tempo. Scopriamo insieme che cos’è la radiofrequenza, come funziona e quali sono i suoi benefici.

Che cos’è la Radiofrequenza?

La radiofrequenza è un macchinario che genera onde elettromagnetiche: queste penetrano nei tessuti cutanei generando calore endogeno a livello cellulare. È dolorosa? Assolutamente no, chi la prova ha la sensazione di un caldo massaggio. Può essere utilizzata per trattamenti viso e corpo, con l’accortezza di modificare la frequenza delle onde elettromagnetiche: frequenza più alte per trattamenti viso e più basse per trattamenti corpo. La profondità di penetrazione della radiofrequenza dipende infatti dalla “frequenza” delle onde elettromagnetiche.

I vantaggi della radiofrequenza: ecco come funziona

Ma quali sono gli effetti della radiofrequenza? Come agisce sui nostri tessuti?

1) vasodilatazione: si dilatano i capillari ed aumenta il flusso sanguigno apportando una maggiore quantità di ossigeno ai tessuti. Stimolando la microcircolazione si ha un aumento di drenaggio delle tossine in eccesso e un aumento del metabolismo basale e riduzione dell’edema locale.

2) Stimolazione dei fibroblasti: in questo modo si favorisce una maggiore produzione di collagene ed elastina.

Che cos’è la Radiofrequenza monopolare capacitiva?

La radiofrequenza monopolare è costituita da un manipolo che eroga energia da una placca di riferimento. Da qui il nome di monopolare. Si dice capacitiva perché il trasferimento dell’energia elettromagnetica dall’apparecchiatura al corpo avviene per effetto capacitivo. La profondità di penetrazione della radiofrequenza dipende anche dalle dimensioni dell’elettrodo attivo rispetto alla placca di ritorno: più è piccolo e più la profondità diminuisce.

Che cos’è la RadioFrequenza Multipolare Resistiva?

Nella radiofrequenza multipolare i poli caldo e freddo coesistono sullo stesso manipolo. Da questo deriva una zona di attività limitata alla distanza fra polo caldo e polo freddo.
Si dice inoltre resistiva perché il trasferimento dell’energia elettromagnetica dall’apparecchiatura al corpo avviene per contatto diretto. In questo caso la profondità di penetrazione della RF dipende prevalentemente dalla frequenza di lavoro, ma anche dalla distanza dei poli sul manipolo.

Possiedi un centro estetico e vuoi conoscere come funziona la nostra radiofrequenza? Scopri le nostre apparecchiature e contattaci!

Elits S.r.l.
Via Che Guevara, 26/c
60022 Castelfidardo (AN) Italy

Tel. +39 071 8853242 / +39 071 7206739 / +39 071 780396
e-mail: info@elitsgroup.it
e-mail: marketing@elitsgroup.it